sabato 22 giugno 2013

LO QUERELO ECCOME! (2)

(seconda parte)
  • Ermanno De Vivo E che faccia ammenda o meno querelalo lo stesso questo laureato in assassinii premeditati.

  • Alessandro Barbieri Ciao Rosario! Perchè non metti anche l'ultima risposta di Montanari alla mail? Grazie. 

  • Rosario Marcianò Certamente non mi ha tirato in ballo casualmente.

  • Rosario Marcianò Volentieri.

  • Rosario Marcianò Caro sig. Marcianò,

    Mi auguro che chi le ha riferito la cosa abbia i documenti. Comunque, la prego di fornirmene nome e recapito.

    Io mi sono limitato a dire quello che dico sempre, cioè che non esiste nulla di scientificamente provato sulla composizi
    one delle scie chimiche, aggiungendo che anch'io le vedo e che anch'io ne sono preoccupato. Anzi, a conferenza finita ho riferito a parecchie persone che erano rimaste episodi che mi avevano visto coinvolto come testimone della loro formazione. Ma da lì a poter dire che cosa c'è dentro se non dispongo di un campione scientificamente valido ce ne corre.

    Non posso non chiedermi perché gli appassionati dell'argomento continuino a tormentarmi con domande che non c'entrano per nulla con gli argomenti che tratto e per le quali io non ho elementi per rispondere. E, al colmo della bizzarria, continuino a pretendere che io dia una sorta di benedizione scientifica (ma non sono io il ciarlatano?) a qualcosa che di scientifico non ha nulla. Nel corso delle mie conferenze ho ricevuto domande perfino su "nanocomputer" che verrebbero distribuiti in atmosfera, arrivando agli extraterrestri che corrono più o meno mimetizzati tra noi. Ma che ne posso sapere io?

    Vede, caro sig. Marcianò, la scienza è molto limitata e certo non di ampie vedute. O un assunto è dimostrabile e ripetibile o non ha dignità scientifica. Questo non significa affatto che un determinato fenomeno non esista o che non sia degno d'interesse: solo che non ci sono elementi per definirlo.

    Ma ormai io mi sono abituato a tutto, comprese le ingenue esternazioni di cui lei m'informa, e non me ne preoccupo. Lei continui tranquillamente a scrivere delle sue tesi etichettandole come più le fa piacere e io continuerò altrettanto tranquillamente ad occuparmi d'altro, vale a dire delle cose che conosco. Se, poi, vuole farmi un favore, comunichi ai suoi amici che io non posso occuparmi delle scie chimiche perché non ho campioni da esaminare e tutti i campioni che ho ricevuto altro non erano se non normalissima polvere ambientale. Dunque, si rivolgano ad altri. Quanto al vergognarmi, se, magari, vuol dirmi di che cosa... E, già che ci siamo, a che cosa dovrei fare attenzione?

    Saluti,

    Stefano Montanari

    Chiarrissimo Dottor Montanari, visto che Lei ama trincerarsi dietro la solita pseudo-argomentazione ("mancano riscontri scientifici") la prossima volta in cui La interpelleranno sulla Geoingegneria clandestina ed illegale, sarebbe opportuno che Lei correttamente rispondesse nel modo seguente: "Io non ho riscontri scientifici ed empirici sul problema e non me ne occupo, perché sono in altre faccende affacendato, ma potete rivolgervi a Rosario Marcianò di Tanker enemy che ha una caterva di riscontri scientifici, di brevetti, di prove, di documenti, di articoli, di dati etc". Non è per nulla bello che Ella tragga pretesto da certe domande per insinuare che io sarei un ciarlatano. Circa il metodo scientifico che Lei dimostra di conoscere solo in parte (la cosmologia e l'astronomia non si basano sempre su campioni, ma sul metodo abduttivo e su molti altri criteri interpretativi), La prego di risparmarmi le Sue irritanti lezioncine ottocentesche, dacché siamo nel XXI secolo e Wittgenstein, Feyarabend e Kuhn non hanno scritto invano. I campioni che ha ricevuto erano "polvere ambientale": l'aria non appartiene all'ambiente? Non è proprio in grado di discernere la fonte? Che metodo è, un metodo senza discernimento? E' il metodo della dilettantesca rivista "Focus"? Eviti certi argomenti capziosi: ne guadagnerà la Sua reputazione di "scienziato". 

    Vivvissime cordialità.

    Rosario Marcianò

    P.S.

    Voto insufficiente. Sulla smart dust non si è preparato a dovere!

    Rosario Marcianò

    Montanari, ieri pomeriggio: 

    Egr. sig. Marcianò,

    Sia gentile: mi risparmi le SUE lezioncine in cui stucchevolmente dimostra la più assoluta inesperienza e lontananza dal metodo scientifico non ottocentesco ma, ancora più antico, galileiano. Non contento, dimostra pure di non avere compreso come si attuino le ricerche di cosmologia (non filosofica ma scientifica) e di astronomia che, contrariamente a quanto lei afferma prelevando la nozione chissà da dove, hanno assoluto bisogno di campioni, certo molto diversi da quelli banali di un’analisi chimica come quella che sarebbe indispensabile per le scie chimiche, analisi che lei non ha mai svolto. Ma questo è normale in un dilettante di una scienza inesistente. Piuttosto è la sua presunzione ad essere preoccupante. Che un tale qualunque intrattenga le proprie teorie su qualunque cosa è teneramente accettabile, che le renda pubbliche lo è un po’ meno, che pretenda addirittura di essere citato come riferimento scientifico è oggettivamente un po’ tanto. Dunque, prescindendo dalle sue minacce di cui ho informato l’associazione che si occupa anche degli aspetti legali riguardanti le mie ricerche, la prego d’ora in poi d’ignorarmi perché ho altro da fare che occuparmi di fantasie. Se le interessa continuare uno scambio di missive, la prego di farlo con il sig. Nino Ferri, presidente dell’Associazione Vita al Microscopio attraverso cui passa tutta la mia corrispondenza con possibili implicazioni legali.

    Saluti,

    Stefano Montanari

    LA MIA REPLICA:

    Egregio, il mio consiglio, per il futuro, è di essere più prudente nel trinciare giudizi gratuiti ed azzardati, poiché se c'è qualcuno che potrebbe querelarLa per diffamazione (e quanto Le ho inviato in screenshot è solo la minima parte di quanto ho a disposizione), quello è il sottoscritto, per cui eviti di girare la frittata e di minacciarmi, poiché la mia era una semplice esortazione alla prudenza. Se poi non ha il coraggio delle Sue azioni e pensa di trincerarsi nonché proteggersi dietro l'associazione, questi sono affari suoi.

    Saluti.

    Rosario Marcianò

  • Marco Forteleoni praticamente dice: le vedo anch'io, concordo che esistono ma non me ne frega nulla se quelle particelle prima o poi le respirerò e si depositeranno, e le cellule del mio corpo patiranno ambienti climatici artificiali ai quali non sono abituati . Poi il solito falso scudo dialettico della procedura sperimentale, ossia che si, si potrebbe avere un unico campione valido e incontaminato - che se gli venisse fornito da terzi, lui "scientificamente" sarebbe lieto di analizzare (ma nn ce l'ha che sfiga) - ma che per ottenerlo occorrono soldi, tecnologia e volontà, smentendosi due secondi dopo dicendo che basta un semplice pallone, una cifra abbordabile di 2000 euro, e che tutto ciò è li a disposizione in tale università. In pratica oltre alla constatazione delle attività degli aerei non si deve andare, neppure parlarne. Perchè non abbiamo le ali

  • Ermanno De Vivo Questa gente o è ignorante risultando perciò pericolosamente assassina, o è consapevole e prezzolata e inquadrata nella categoria " Addestrati ad uccidere". In ogni caso la quintessenza diabolica.

  • Rosario Marcianò Notare i due pesi e le due misure della dottoressa Gatti, laddove descrive la situazione di reale inquinamento ambientale da polveri di nanoparticelle metalliche rilevate in atmosfera ed al suolo nelle aree circostanti la base di Quirra. Nel caso delle scie chimiche, invece, insieme con il marito, ella ha più volte affermato che i dati che evidenziano metalli pesanti in acqua, polvere e piante delle aree sottoposte ad irrorazione, non sono attendibili, in quanto non direttamente collegabili agli aerosol indotti. Essi, in quel caso e solo in quello, parlano della necessità di prelievo direttamente nelle scie chimiche.

    Due pesi e due misure, appunto, per tirarsi fuori (anche loro come altri "scienziati") dalla ingombrante questione chemtrails.

  • Koenig Mb John Montanari---BOCCIATO!

  • Rosario Marcianò ZERO SPACCATO come scienziato. DIECI E LODE come DISINFORMATORE.

8 commenti:

  1. AHAHAHAHAHAH, Strakkino, che rosicata pazzesca con Montanari!!!!
    Ti ha trattato per quello che sei realmente, un CIARLATANO che spara solo ed esclusivamente TROIATE.
    Strakkino, sei un coglione.

    Ubi maior, Strakkino cessat.

    RispondiElimina
  2. Straker ri-puppa!

    RispondiElimina
  3. La dichiarazione di Montanari:

    http://www.youtube.com/watch?v=4dl6bAxAFu4&feature=youtu.be&t=1h56m52s

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quel che si può vedere era una conferenza affollatissima...

      Elimina
  4. Che un tale qualunque intrattenga le proprie teorie su qualunque cosa è teneramente accettabile

    chapeau.

    RispondiElimina
  5. Kuhn intanto fa le giravolte nella tomba.

    RispondiElimina
  6. Certo che vedere due fuffari che si accapigliano è veramente impagabile...
    Anch'io ho notato l'affollamento alla conferenza di Montanari. C'era più gente alla mia ultima lezione divulgativa sulla robotica...

    RispondiElimina